Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Gli Occhi: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
MI SOL#m DO#m7 LA MI Se mi guardo in uno specchio assomiglio un po' al tuo letto SOL#m DO#m7 LA MI Quasi sempre sfatto come quando sono lì a casa SOL#m DO#m7 LA MI Qualche amico avrà scommesso quanto tempo ci avrei messo SOL#m DO#m7 LA Ad andarmene davvero a riuscire a dirti addio sul serio LA7+ SOL#m Perché ho i sogni molto più grandi del cuore SOL#m7 LA E tu gli occhi molto più grandi della fame LA7+ SOL#m Ed io dovevo andare anche se non so dove LA E adesso tu mi starai dando dell'infame LA7+ SOL#m Perché non son riuscito a darti un po' di amore SI Non potevo far peggio di così MI SOL#m DO#m7 LA MI E ho il terrore del tuo letto che ci sia già dentro un altro SOL#m DO#m7 LA MI Che ti sia sceso l'effetto della droga che ti davo io SOL#m DO#m7 LA MI Steso sopra il pavimento conto i danni che ti ho fatto SOL#m DO#m7 LA Ho una freccia dentro al petto tutto il male è ritornato mio LA7+ SOL#m Perché ho gli occhi molto più ciechi del cuore SOL#m7 LA E non son riuscito mai a vederci amore LA7+ SOL#m Potrei dirti all'infinito che mi spiace LA Fino a togliere il significato alle parole LA7+ SOL#m E i tuoi occhi eran più grandi della fame LA E ti ho tolto un po' la voglia di mangiare LA7+ SOL#m Perché non son riuscito a darti un po' di amore SI Non potevo far peggio di così MI SOL#m DO#m7 LA
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: SERVIDEI FRANCESCO
Copyright: Lyrics © OYEZ! S.R.L., UNDAMENTO SRL
 

Gli Occhi: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

Gli Occhi è un brano scritto e interpretato da Frah Quintale, alias Francesco Servidei, contenuto nell'album Regardez Moi pubblicato nel 2017. Disco d'esordio per il rapper e cantautore bresciano, il titolo prende spunto da un murales di un palazzo dismesso di Brescia. La canzone è la penultima traccia dell'album; una vivace ballata pop in stile cantautorale che nasce da un riff di chitarra... Buon divertimento!

Articoli correlati

  • Colpa del VinoColpa del Vino MIb Mi sveglio pensando è mattina ma sono le tre FA SOL Ieri ho bevuto e forse ho dato […]
  • CratereCratere Intro: DO SOL/SI LAm SOL DO SOL/SI LAm SOL DO SOL/SI LAm SOL MIm DO LAm7 Ho rotto un altro […]
  • Tutto OkTutto Ok Intro: MIm SOL MIm SOL MIm SOL Non c’è niente di speciale in questi tempi MIm Ogni cosa luccica […]
  • FloppinoFloppino Intro: LAb DOm7/SOL LAb/SOLb FA7 REb6 DO LAb DOm LAb/SOLb FA7 Faccio la spesa a caso senza pensarci troppo su SIbm […]
  • Perdere l’AmorePerdere l’Amore Intro: MIb SIb4 SIb MIb SIb/RE E adesso andate via voglio restare solo FAm SIb MIb Con la […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).