Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video-Corso per Imparare a Suonare la Chitarra da Zero. Clicca qui.

Sei Ottavi: Accordi

Intro: LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb Mentre la notte scendeva stellata stellata LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb lei affusolata nel buio sognava incantata LAb MIb REb MIb LAb e chi mi prende la mano stanotte mio Dio FAm SIbm MIb LAb MIb REb MIb forse un ragazzo il mio uomo o forse io LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb lontana la quiete e montagne imbiancate di neve LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb e il vento che soffia che fischia più forte più greve LAb MIb REb MIb LAb e che mi sfiora le labbra chi mi consola FAm SIbm MIb LAb MIb REb MIb forse un bambino gia grande o io da sola LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb passava la notte passavano in fretta le ore LAb MIb REb MIb LAb MIb REb MIb la camera fredda gia si scaldava d'amore LAb MIb REb MIb LAb chi troverà i miei seni avrà in premio il mio cuore FAm SIbm MIb LAb MIb REb MI chi incontrerà i miei seni avrà tutto il mio amore
LA MI RE MI LA MI RE MI LA MI RE MI LA MI RE MI la luce discreta spiava e le ombre inventava LA MI RE MI LA MI RE MI mentre sul mare una luna dipinta danzava LA MI RE MI LA chi coglierà il mio fiore bagnato di brina FA#m SIm MI LA MI RE MI un principe azzurro o forse io adulta io bambina LA MI RE MI LA MI RE MI LA MI RE MI mentre la notte scendeva stellata stellata LA MI RE MI LA MI RE MI lei affusolata nel buio dormiva incantata LA MI RE MI LA chi mi dirà buonanotte stanotte mio Dio FA#m MI SIm MI LA MI RE MI la notte le stelle la luna o forse io LA MI RE MI LA MI RE MI
Video-Corso per Imparare a Suonare la Chitarra da Zero. Clicca qui.

Sei Ottavi: Video

Sei Ottavi è un brano scriito e interpretato dal mitico Rino Gaetano, contenuto nell'album Aida pubblicato nel 1977. Terzo lavoro in studio per il cantautore crotonese, è ispirato alla famosa protagonista della celebre opera di Giuseppe Verdi, come simbolo della donna italiana. La canzone è una ballata folk, in 6/8 appunto, romantica e delicata, dove la chitarra arpeggiata è la protagonista dell'arrangiamento. La voce femminile è di Marina Arcangeli.

Articoli correlati

  • Il Cielo E’ Sempre Più BluIl Cielo E’ Sempre Più Blu Intro: RE SIm RE SIm RE SIm RE SIm RE SIm RE SIm Chi vive in baracca, chi suda il salario RE SIm […]
  • Berta FilavaBerta Filava Intro: REb SOLb LAb REb SOLb LAb REb SOLb LAb REb SOLb LAb E Berta filava filava la lana REb SOLb […]
  • Ahi MariaAhi Maria RE SOL E quando tramonta il sol LA7 RE SIm una canzone d'amor MIm da bahia salvator RE LA7 RE oh Maria […]
  • Le BeatitudiniLe Beatitudini SOL SOL/SI DO Beati sono i santi, RE SOL i cavalieri e i fanti SOL/SI DO beati i vivi e i morti RE […]
  • CapofortunaCapofortuna DO Cittadini lavoratori alle ore diciotto il nostro beneamato segretario sarà con noi DO Ma che fortuna grazie alla luna FA SOL […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).
Rino Gaetano