Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Tubature: Accordi

Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra
SOL SIm Con la felpa blu DO RE E le scarpe da ginnastica MIm SIm La Madonna su un divano LAm RE Con gli occhi hai disegnato SOL SIm Sul soffitto i tuoi pensieri DO RE MIm SIm Ragnatele ad opera di abili ingegneri LAm RE SOL È lì che vuoi andare ad abitare DO RE Hai detto non mi va di restare a casa MIm Andiamo fuori a guardare LAm RE La notte scivolare sul canale DO RE Oppure si potrebbe rimanere a parlare SIm Chiusi dentro a un bar MIm RE LAm A lasciarsi sciogliere la lingua nella bocca RE7+ REb7+ DO7+ LAm7 RE oh no... SOL SIm A vivere in città DO RE MIm SIm Piene di tombini e di bambole del gas LAm RE Di centraline e tubature SOL SIm E strane connessioni DO RE MIm SIm Fibre ottiche e cereali auricolari LAm RE SOL Che fanno bene a tutte le età DO RE Tornare da New York con un cappotto nuovo MIm Ma con la faccia vecchia LAm RE Di uno che non dorme quando viaggia DO RE In gola un gargarismo di parole strane SIm E un brutto torcicollo MIm RE LAm Frutto di pensieri troppo scomodi e pesanti RE7+ REb7+ DO7+ LAm RE LAm RE oh no...
FA7+ MIm7 Un tuffo dal cuore alla pancia Mi guardi e ti sbucci un'arancia REm7 MIm7 Un forte desiderio di farsi trasportare FA MIm7 Per quanto ancora non ci credi REm7 Domani andiamo a vivere sul mare MIm7 FA Su palafitte a forma di astronave LAm RE Di astronave FA MIm7 La faccia che è tutta un sorriso E descrive un umore preciso REm7 Si lascia trasformare MIm7 Da un flusso di parole FA MIm7 Adesso che tutto è già deciso REm7 Che il tempo non ci scappi tra le mani MIm7 FA LAm RE Facciamo le valigie e via lontani
SOL SIm DO RE MIm SIm7 LAm7 RE SOL SIm DO RE MIm SIm7 LAm7 LAm7 RE SOL SIm Hai visto com'è strana la città DO RE MIm SIm7 LAm7 RE Hai visto com'è strana la città SOL SIm DO RE MIm SIm7 LAm7 RE SOL SIm DO RE MIm7 SIm7 LAm7 RE SOL SIm DO RE MIm SIm7 LAm7 RE SOL SIm Hai visto com'è strana la città DO RE MIm SIm7 Hai visto com'è strana la città LAm7 RE SOL Hai visto com'è strana la città
Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra

Credits

Autore: POTI GIORGIO
Copyright: © PURO S.R.L.S., SM PUBLISHING (ITALY) S.R.L.
 

Tubature: Video

Tubature è un brano scritto e interpretato da Giorgio Poi, pubblicato come singolo nel 2016, poi inserito nell'album Fa niente del 2017. Si tratta del primo disco da solista per il cantautore di Novara, che aveva già riscosso in precedenza una discreta notorietà in Europa, mentre con questo lavoro si fa conoscere anche in Italia. La canzone è infatti una delle sue prime hit in lingua italiana, una ballata pop in stile cantautorale accompagnata prevalentemente dalla chitarra.

Articoli correlati

 Giorgio Poi: Vedi tutte le canzoni
Vinavil
Vinavil è un brano scritto e interpetato da Giorgio Poi, pubblicato come singolo nel 2018. Canzone che anticipa un nuov...
Niente di Strano
Niente di Strano è un brano scritto e interpretato da Giorgio Poti, in arte Giorgio Poi, contenuto nell'album Fa niente...
Stella
Stella è un brano scritto e interpretato da Giorgio Poi, alias Giorgio Poti, contenuto nell'album Smog pubblicato nel 2...
Missili
Missili è un brano scritto e interpretato da Francesco Servidei, in arte Frah Quintale, in coppia con Giorgio Poi, cont...

Lavora con noi

Musicista per video tutorial musicali Musicista per video tutorial musicali

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).