Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Fegato, Fegato Spappolato: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: LA LA Comunque non è questo il modo di fare Disse il commerciante all'uomo del pane Domani sarà festa in questo stupido paese Non per noi che stiamo a lavorare L'uomo del pane fece finta di niente Se ne andò tranquillamente, 'ente, 'ente Aveva, tante, tante, tante cose da fare Poi lui non ci poteva fare niente, niente LA La primavera insiste la mattina Dalla mia cucina vedo il mondo tondo Sempre diverso, sempre ogni mattina Sin dal giorno prima, dal giorno prima RE DO Con in bocca un gusto amaro che fa schifo LA Chissà cosa è stato, quello che ho bevuto RE M'alzo dal letto e penso al povero DO LA Al mio fegato, fegato spappolato Fegato, fegato, fegato spappolato LA Dice mia madre devi andare dal dottore A farti guardare, a farti visitare Hai una faccia che fa schifo, guarda come sei ridotto Mi sa tanto che finisci male RE DO LA La guardo negli occhi, con un sorriso strano RE DO LA Eppure la vedo, forse ha ragione davvero RE Ma fuori c'è la festa del paese LA Vado a fare un giro non l'ho neanche detto RE LA Che già mia madre che mi corre dietro con il vestito nuovo LA La fuga è veloce mi metto le scarpe che sono già in strada Che bella giornata, non bado alla gente che guarda sconvolta RE DO LA Ormai ci sono abituato, sono vaccinato Sono controllato RE Si pensa ormai addirittura in giro DO LA È chiaro che sono drogato LA La festa ha sempre il solito sapore Il gusto di campane, non è neanche male C'è chi va a messa e c'è chi pensa di fumare Come aperitivo prima di mangiare RE DO LA Fini s'è alzato da poco, e non è ancora sveglio RE Non è ancora sveglio, ed è talmente scazzato DO LA Che non riesce a parlare nemmeno LA La sera che arriva non è mai diversa dalla sera prima La gente che affoga nell'unica sala, la discoteca RE DO LA Ci vuol qualcosa per tenersi a galla sopra questa merda Sopra questa merda RE E non m'importa se domani DO LA Mi dovrò svegliare con quel gusto in bocca, gusto in bocca Gusto in bocca gusto in bocca... yeah!
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autori: ALAN TAYLOR, VASCO ROSSI
Copyright: LYRICS © WARNER CHAPPELL MUSIC, INC.
 

Fegato, Fegato Spappolato: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

Fegato, Fegato Spappolato è un brano scritto e interpretato da Vasco Rossi, contenuto nell'album Non siamo mica gli americani! pubblicato nel 1979. Si tratta del secondo lavoro in studio per il cantautore emiliano, disco che riesce ad ottenere qualche consenso in più rispetto al precedente del 1977 sebbene ancora lontano dall'enorme successo degli anni futuri. La canzone è il lato B dell'unico singolo estratto e mette in scena una festa paesana nella sua Zocca; il personaggio citato nel testo come Fini è il suo primo manager Floriano Fini.

Articoli correlati

  • Ti Taglio la GolaTi Taglio la Gola Intro: MI MI Riconoscenza, ma che scemenza È stato parlarti di me Tu che sei solita, solita sì Ti piace divertiti, sì Riconoscenza, ma che […]
  • Ci CrediCi Credi Intro: FA#m7 RE7 FA#m7 MI MI4 MI LA DO#m7 Non vorrei fare più canzoni fino a quando RE MI7 Non me lo […]
  • Splendida GiornataSplendida Giornata Intro: SOLm DOm7 Cosa importa se è finita REm7 SOLm Che cosa importa se ho la gola bruciata o no? […]
  • Accidenti Come Sei BellaAccidenti Come Sei Bella SOL DO Se c'è una bella al mondo sei più bella tu SOL DO Se c'è chi è troppo […]
  • Tango… (della Gelosia)Tango… (della Gelosia) Intro: LAm LAm REm Non è la gelosia! MI7 Quello che sento LAm Quello che […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).