Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Nun Pozzo Parlà: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: SIm LA RE MIm SIm FA#7 SIm SIm LA RE MIm SIm FA#7 SIm SIm DO#7 Entrate donna Amà sono in cucina FA#7 SIm Che mi sono svegliata stamattina DO#7 Col desiderio ‘e fa ‘nu bello pullo FA#7 SIm Me lo mangio mentre vedo Biutifullo DO#7 Per me ‘a televisione è compagnia FA#7 SIm Ca stono sempre sola in casa mia DO#7 Non frequenteggio e non mi piace andare FA#7 SIm Nelle case altruiste per spettegolare SI7 MIm Ma del palazzo saccio ogni magagna SI7 MIm Potrei prendere il posto di Castagna SIm Che sono teleigienica e elegante FA#7 SIm FA#7 SIm E ssaccio o’vero ‘e cazze ‘e tutte quante SIm LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm Ehhhhh quante ‘nciuce v’avessa cuntà LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm No vi prego… nun pozzo parlà... nun pozzo parlà, nun pozzo parlà, non posso parlare! SIm DO#7 La sposa che è venuta ad abitare FA#7 SIm Al primo piano è andata sull’altare DO#7 Con il vestito bianco ma per finta FA#7 SIm Che quando si è sposata era già incinta DO#7 La figlia del dottore dirimpetto FA#7 SIm Sseeeeeeeè! Si è fatta il silicone dentro al petto DO#7 Dalla finestra io l’ho vista annura FA#7 SIm Tene ddoie zizze donna Amà… fanno paura SI7 MIm E intanto mio marito il pesciolone SI7 MIm Si è preso la bronchite sul balcone SIm E con la scusa dell’astronomia spaziale FA#7 SIm ‘stu strunzo si è comprato il cannocchiale SIm LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm Ehhhhh quante ‘nciuce v’avessa cuntà LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm No vi prego… nun pozzo parlà... nun pozzo parlà, nun pozzo parlà, nun pozzo parlà! SIm DO#7 Al quarto piano c’è quel giovinotto FA#7 SIm Secondo me è nato col difetto DO#7 Sarà un pochino omossessuato FA#7 SIm Che c’ha trent’anni e non è fidanzato DO#7 Poi è molto tempo che non vedo più FA#7 SIm Il figlio del portiere per qua giù DO#7 Seeeeeèè… la mamma ha detto che sta da una zia FA#7 SIm Ma quello stava nella drogheria SI7 MIm E ‘a studentessa che studia le lingue SI7 MIm Quella che vive nell’interno cinque SIm Adesso sta studiando il giapponese FA#7 SIm Quello che le compra una pelliccia al mese SIm LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm Ehhhhh quante ‘nciuce v’avessa cuntà LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm No vi prego… nun pozzo parlà... nun pozzo parlà, nun pozzo parlà, nun pozzo parlà! SIm DO#7 ho saputo ‘a mia sorella Lionora FA#7 SIm Che la cognata è una parente della nuora DO#7 Della suocera ch’è ‘a mamma del cugino FA#7 SIm Nientemeno del nipote della zia di un mio vicino DO#7 Che convive ‘cu ‘na cessa separata FA#7 SIm Che la moglie non ancora divorziata DO#7 Del cornuto ch’era il genero romano FA#7 SIm ‘e chella zoccola ca’ sta’ all’ultimo piano SI7 MIm Ca tene sempre ‘a puzza sotto ‘o naso SI7 MIm ‘na puzza ca mo ‘a sento dint’’a casa SIm Maronna Donna Amà me so scurdato FA#7 SIm ‘o pullo sotto ‘o furno s’è bruciato SIm LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm SIm FA#7 SIm Ehhhhh quante ‘nciuce v’avessa cuntà LA RE Donna Amà, Donna Amà, Donna Amà MIm FA#7 SIm Iatevenne mo tengo che ffà SIm LA RE MIm SIm FA#7 SIm Eh se Donna Amalia, Donna Amalia Lo so io come lo paga il condominio All’amministratore donn’Erminio …come fa? Eh! nun pozzo parlà, nun pozzo parlà, nun pozzo parlà FA#7 SIm Nun pozzo parlà!
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: SALVATORE FEDERICO
Copyright: Lyrics © RETI TELEVISIVE ITALIANE S.P.A., SUGARMUSIC S.P.A.
 

Nun Pozzo Parlà: Video

Nun Pozzo Parlà è un brano scritto e interpretato da Federico Salvatore, contenuto nell'album Coiote interrotto pubblicato nel 1997. Si tratta del suo nono lavoro in studio, disco che gode di ottima popolarità grazie alla fortunata partecipazione al Festival di Sanremo '96 che lo consacra come uno dei protagonisti del cantautorato italiano. La canzone si presenta come una ritmata ballata in stile popolare; il testo mette in scena i famosi pettegolezzi di quartiere che pur non volendo dire niente... dicono tutto!

Articoli correlati

  • Il Peto nel Regno di NapoliIl Peto nel Regno di Napoli LAm Cu’sta canzone ve voglio cuntare ‘nu fattariello nu’poco volgare e si v’assettate ‘ncoppo ‘a ‘na seggia ve cunto “la storia della scorreggia” ‘e tutt’i re […]
  • Se Io Fossi San GennaroSe Io Fossi San Gennaro SIm Se io fossi san Gennaro non sarei così leggero MIm SIm FA#7 SIm Con i miei napoletani io m'incazzerei davvero Come l'oste fa i […]
  • Azz… VacanzeAzz… Vacanze Intro: MI LAm SOL FA MI LAm SOL FA MI Programmi per le ferie, l’estate si avvicina LAm SOL FA […]
  • Incidente al VomeroIncidente al Vomero Intro: DOm DOm Che cazzo, che sfaccimma ma vaffanculo sa SIb/DO ragazzo non mi hai visto che […]
  • Incidente in BancaIncidente in Banca Intro: LAm DO FA MI7 LAm DO FA MI7 LAm SOL FA MI7 Che cazzo che sfaccimma, mannaggia la marina LAm SOL FA […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).