Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

La Bellezza: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: DO RE SOL LAm RE SOL DO RE SOL RE/FA# MIm7 Passa la bellezza nei tuoi occhi neri, LAm7 RE SOL scende sui tuoi fianchi e sono sogni i tuoi pensieri
RE Venezia "inverosimile più di ogni altra città LA è un canto di sirene, l'ultima opportunità SOL ho la morte e la vita tra le mani RE coi miei trucchi da vecchio senza dignità MIm se avessi vent'anni ti verrei a cercare, RE se ne avessi quaranta, ragazzo, ti potrei comprare, LA RE a cinquanta, come invece ne ho ti sto solo a guardare
DO RE SOL Passa la bellezza nei tuoi occhi neri LAm RE SOL e stravolge il canto della vita mia di ieri DO RE SOL RE/FA# MIm7 tutta la bellezza, l'allegria del pianto LAm RE SOL che mi fa tremare quando tu mi passi accanto
RE Venezia in questa luce del lido prima del tramonto LA ha la forma del tuo corpo che mi ruba lo sfondo, SOL la tua leggerezza danzante RE come al centro del tempo e dell'eternità MIm ho paura della fine non ho più voglia di un inizio RE ho paura che gli altri pensino LA a questo amore come a un vizio RE ho paura di non vederti più, di averla persa
DO RE SOL tutta la bellezza che mi fugge via LAm7 RE SOL SOL4 SOL/SI e mi lascia in cambio i segni di una malattia DO RE SOL RE/FA# MIm7 Tutta la bellezza che non ho mai colto, LAm7 RE SOL SOL4 SOL tutta la bellezza immaginata che c'era sul tuo volto, DO RE SOL RE/FA# MIm7 tutta la bellezza se ne va in un canto, LAm7 RE7/4 questa tua bellezza che è la mia muore dentro un canto DOadd9 RE SOL DOadd9 RE7/4 SOL
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

La Bellezza: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

La Bellezza è un brano scritto e interpretato da Roberto Vecchioni, contenuto nell'album Il lanciatore di coltelli pubblicato nel 2002. Ventiduesimo lavoro in studio per il cantautore brianzolo, è dedicato ai grandi geni della storia, ma anche alle persone comuni, che con le loro idee (i coltelli) hanno cambiato il Mondo. La canzone trae spunto dal racconto di Thomas Mann del 1913 "Morte a Venzeia" e racconta la storia dello scrittore Gustav von Aschenbach, che per amore si ammala di colera nella città lagunare.

Articoli correlati

  • Dimentica una Cosa al GiornoDimentica una Cosa al Giorno DO DO4 DO Dimentica una cosa al giorno, DO4 DO come i tratti di un disegno, REm REm9 REm perché devi cancellarlo […]
  • L’Ultimo SpettacoloL’Ultimo Spettacolo Intro: FA DO MIb SIb REb DO DO Ascolta, ti ricordi quando venne DO9 La nave del fenicio a portar via […]
  • Per Amore Mio (Ultimi Giorni di Sancho P.)Per Amore Mio (Ultimi Giorni di Sancho P.) DO DO7+ FA FA6 Ragazza noi siamo bugie del tempo DO DO7+ FA Appesi come foglie al vento di Mistral DO […]
  • Il Tuo Culo E il Tuo CuoreIl Tuo Culo E il Tuo Cuore Intro: SOL SOL/SI DOadd9 LAadd9 SOL La tua intelligenza non ha limiti SIm è fuori discussione DO Io però con quella, amore […]
  • Sei nel Mio CuoreSei nel Mio Cuore Intro: MIm7 RE7/MI MIm SIm MIm DO SIm DO MIm Sei la folaga pronta al volo DO L'azzurro inseparabile del cielo […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).