Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Parigi (O Cara): Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: DO FA/DO DO DO FA/DO DO FA/DO DO Per cercare le stelle chiuse nella tua mano REm Quante volte nel buio io l'ho stretta, ma piano FA Trovai forse mille, forse più, DO forse più, forse più parole SOL Cantai così tanto che la notte FA gridò che così non vale DO FA/DO DO Non è più amore Ed il sole di maggio ricomincia a bruciare REm Non aspetto i tuoi passi, non le guardo le scale FA E quando partivi senza più, DO senza più, senza più tornare SOL Adesso ritorni e ora che, ora che, FA ora che mi parli DO Sai che mi perdi SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è lontana DO Ma oramai ci so arrivare FA Io la vedo e tra un momento la potrò toccare SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è vicina DO È una stella nella sera FA Dove fuggono i ricordi di una notte scura DO SOL FAm DO FA DO SOL E vanno via DO SOL FAm DO FA DO SOL4 SOL DO FA/DO DO FA/DO DO Fino a quando mi lasci, fino a dove mi aspetti REm Sono tanti i miei giochi per passare le notti FA DO Ma dopo ogni notte riapro e richiudo la porta SOL E fuori è già l'alba, FA non c'eri e non c'è nessun'altra DO Eri la sola E cammina, cammina solo per i tuoi occhi REm Li vedevo vicini ma era un gioco di specchi FA Ma forse era in sogno, forse fu, DO forse fu, forse fu in sogno SOL O forse era vero quello che, FA quello che, quello che sognavo DO Ed io non c'ero SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è lontana DO È una luce sopra il mare FA È l'amico che hai lasciato e che ti sa aspettare SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è un momento DO È una stella nella sera FA Dove fuggono i ricordi di una notte scura DO SOL FAm DO FA DO SOL4 SOL E vanno via DO SOL FAm DO FA DO SOL4 SOL DO SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è lontana DO È una stella nella sera FA E il tuo viso che mi manca non mi fa paura SOL FA Parigi, Parigi, Parigi, Parigi è vicina DO E oramai ci so arrivare FA Io la vedo e tra un momento la potrò toccare DO SOL FAm DO FA DO SOL4 SOL DO SOL Robert, Robert FAm Duchamp, les amants, les boulevards DO FA Montmartre, Sartre, Baudelaire, Jarry DO È tempo di riaccendere le stelle consigliere SOL Là, sopra le lamiere della Tour Eiffel DO SOL FAm Robert, expo, métro, bistrot, gigolo DO FA Rimbaud veleggerà sul tetto della città DO Nuvola artificiale di alluminio SOL Robert, Robert... DO SOL E costruiremo riformatori più grandi e luminosi FAm DO I delinquenti di oggi saranno i dirigenti di domani FA DO Duchamp, les amants, les boulevards SOL Robert, Robert... DO SOL La prima volta che mi uccisi FAm DO Là, sopra le lamiere della Tour Eiffel FA Lo feci solamente per far rabbia alla mia amante DO SOL Robert... DO SOL Ormai son solo al mondo e se muoio anch'io FAm DO Non avrò più nessuno... FA DO SOL4 SOL Robert, Robert, Robert...
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: VECCHIONI ROBERTO
Copyright: © WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA S.R.L.
 

Parigi (O Cara): Video

Parigi (O Cara) è un brano scritto e interpretato da Roberto Vecchioni, contenuto nell'album Hollywood Hollywood pubblicato nel 1982. Si tratta del dodicesimo disco di inediti per il cantautore lombardo, progetto realizzato in un anno molto importante per la sua vita personale e sigillato dal matrimonio con la scrittrice di Verona Daria Colombo. La canzone è il brano d'apertura del lato B, una vivace ballata pop-rock dedicata alla romantica capitale transalpina.

Articoli correlati

 Roberto Vecchioni: Vedi tutte le canzoni
Le Lettere d’Amore
Le Lettere d'Amore è un brano scritto e interpretato da Roberto Vecchioni contenuto nell'album Il cielo capovolto pubbl...
Ti Insegnerò a Volare
Ti Insegnerò a Volare è un brano scritto e interpretato da Roberto Vecchioni, contenuto nell'album L'infinito pubblica...
Chiamami Ancora Amore
Chiamami Ancora Amore è un brano scritto e interpretato da Roberto Vecchioni, contenuto nell'album omonimo pubblicato n...
Stranamore
Stranamore è un pezzo del 1978, inciso da Roberto Vecchioni come prima traccia dell'album Calabuig, Stranamore e altri...
Luci a San Siro
Luci a San Siro è una canzone del 1971, incisa con l'album Parabola che è quello di debutto di Roberto Vecchioni. È l...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).