Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

The Good Old Days: Chords

Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra
Intro: REm SOL REm SOL REm SOL REm SOL REm7 SOL7 REm7 Queen Bodecia is long dead and gone SOL7 REm7 SOL7 Still then the spirit in her children's REm7 SOL7 REm7 SOL7 LA children's children it lives on REm SIb But if you've lost your faith in love FA LA REm SIb FA LA and music the end wont be long REm SIb Because if its gone for you FA then i too may lose it LA REm SIb FA LA and that would be wrong REm SIb FA Tried so hard to keep myself from falling LA REm SIb FA LA Back into my bad old ways REm SIb FA And it chars my heart to always hear you calling LA REm SIb FA Calling for the good old days LA REm SIb FA LA Cos there were no good old days REm SIb FA LA These are the good old days
SIm LA SOL LA7 SIm LA SOL LA7 SIm SOL And its not about, tenements and needles SIm SOL SIm SOL And all the evils in their eyes LA7 and the backs of their minds SOL7+ LA Daisy chains and school yard games SOL LA A list of things we said we'd do tomorrow SOL LA List of things we said we'd do tomorrow
REm SIb FA The arcadian dream so fallen through LA REm SIb FA LA But the Albion sails on course REm SIb FA Let's man the decks and hoist the rigging LA REm SIb FA Because the pig mans found the source LA REm SIb FA LA And theres twelve rude boys on the oars REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm SIb FA LA REm This is the good old...
Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra

Credits

Autori: BARAT CARL ASHLEY RAPHAEL, DOHERTY PETER
Copyright: © EMI MUSIC PUBLISHING
 

The Good Old Days: Video

The Good Old Days è un brano composto e inciso dai The Libertines, contenuto nell'album Up the Bracket pubblicato nel 2002. Debutto discografico per la band nata a Londra, prende spunto nel titolo da una frase del loro comico preferito, Tony Hancock, che alludeva a qualcosa che può essere definito "Un pugno in gola". La canzone è la penultima traccia dell'album, un pezzo che riflette il loro primo periodo alternative-rock quando il sound era volutamente grezzo e coinvolgente.

Articoli correlati

 The Libertines: Vedi tutte le canzoni
Gunga Din
Gunga Din è un brano composto e inciso dai The Libertines, contenuto nell'album Anthems for Doomed Youth pubblicato nel...
Up the Bracket
Up the Bracket è un brano composto e inciso dai The Libertines, contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 2002. Disco...
Can’t Stand Me Now
Can't Stand Me Now è un brano composto e inciso dai Libertines, contenuto nell'album eponimo pubblicato nel 2004. Secon...
Don’t Look Back into the Sun
Don't Look Back into the Sun è un brano composto e inciso dai Libertines, contenuto nel EP omonimo pubblicato nel 2003....
Time for Heroes
Time for Heroes è un brano composto e inciso dai The Libertines, contenuto nell'album Up the Bracket pubblicato nel 200...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
35 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).