Il Paese è Reale è una canzone tratta dall’album Afterhours presentano: Il Paese è reale (19 artisti per un paese migliore?), la compilation che raccoglie, oltre al suddetto, brani di artisti italiani emergenti. E’ stata presentata in anteprima al Festival Di Sanremo 2009, venendo scartata dal pubblico ma vincendo il Premio della critica Mia Martini (per il miglior brano della categoria campioni).
Col titolo Il Paese è Reale si intende anche l’intero progetto culturale con cui gli stessi Afterhours, assieme agli altri 18 artisti del disco, invitano le persone alla creatività.

Testo e Accordi per chitarra.

Afterhours Il Paese è Reale Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro: RE LA RE SOL RE LA RE SOL RE LA SOL RE/FA# Dici sempre le preghiere RE LA SOL RE/FA# Conti sempre fino a dieci e SIm LA SOL LA Preghi ancora che RE/FA# SIm LA SOL RE Non tocchi a te Decidere RE LA SOL RE/FA# Piangi fermo in tangenziale RE LA SOL RE/FA# Inseguivi una cazzata SIm LA SOL RE/FA# Era splendida e dorata SIm LA SOL RE Fresca e avvelenata RE LA SOL RE/FA# Ma il paese sa affondare SIm LA SOL RE/FA# Tutto intorno a te a ballare SIm LA SOL RE/FA# Bestemmiando disprezzare SIm LA SOL RE E riderci un po' su LA SOL E tu vuoi fare qualcosa che serva LA SOL E farlo prima che il tuo amore si perda FA#m7 Non ti accorgi che se lo vuoi tu SOL RE4 RE SOLadd9 Quel che valeva poi non vale più LA SIm Se ti han detto resta a casa DO SOL Vola basso non scocciare RE/FA# MIm Se disprezzi puoi comprare DO SOL Se vale tutto niente vale SIm LA Se non sai più se sei un uomo SOL RE/FA# Se hai paura di sbagliare MIm Se hai solo voglia di pensare DO SOL Che fra poco è primavera LA SOL Adesso fa qualcosa che serva LA SOL Che è anche per te se il tuo paese è una merda RE LA SOL RE/FA# C'è una strada in mezzo al niente RE LA SOL RE/FA# Piena e vuota della gente SIm LA SOL LA E non porta fino a casa SIm LA SOL Se non ci vai tu LA SOL Io voglio far qualcosa che serva LA SOL Fammi far solo una cosa che serva LA SOL Dir la verità è un atto d'amore LA SOL Fatto per la nostra rabbia che muore

Articoli correlati

  • Ballata per la Mia Piccola IenaBallata per la Mia Piccola Iena Ballata per la Mia Piccola Iena è un brano degli Afterhours contenuto nell'album Ballate per piccole iene pubblicato nel 2005. Disco, coprodotto dal musicista statunitense Greg […]
  • Male di MieleMale di Miele Male di Miele è un singolo degli Afterhours, estratto dal quarto album della band milanese Hai Paura del Buio? (1997). Pubblicato nel 1998, Male di Miele è uno dei maggiori […]
  • Bye Bye BombayBye Bye Bombay Bye Bye Bombay è un brano scritto e interpretato dagli Afterhours contenuto nell'album Quello che non c'è pubblicato nel 2002. Disco che segna una svolta stilistica per la band […]
  • Voglio una Pelle SplendidaVoglio una Pelle Splendida Voglio una Pelle Splendida è un brano scritto e interpretato dagli Afterhours contenuto nell'album Hai paura del buio pubblicato nel 1997. Disco molto particolare, considerato da […]
  • Non è per SempreNon è per Sempre Non E' per Sempre è la seconda traccia dell'album studio a cui dà il titolo, pubblicato nel 1999 dagli Afterhours per l'etichetta Mescal. E' una ballad, simbolo del nuovo […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, chitarrista, ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Fondatore di Accordiespartiti.it, operatore di marketing online e SEO.
Afterhours