Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Perdono: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA MI io soffro più ancora di te! MI LA MI Diceva le cose che dici tu LA MI Aveva gli stessi occhi che hai tu DO#m Mi avevi abbandonata LA ed io mi son trovata SI a un tratto già abbracciata a lui... MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA SI LA SI io soffro più ancora di te! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA MI il male l'ho fatto più a me! MI LA MI A volte piangendo non vedi più LA MI Da come ha sorriso, sembravi tu... DO#m Di notte è molto strano LA ma il fuoco di un cerino SI ti sembra il sole che non hai! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA SI LA SI io soffro più ancora di te! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA MI il male l'ho fatto più a me! MI LA MI LA MI DO#m Di notte è molto strano LA ma il fuoco di un cerino SI ti sembra il sole che non hai! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA SI LA SI io soffro più ancora di te! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA MI il male l'ho fatto più a me! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA SI LA SI io soffro più ancora di te! MI DO#m Perdono, perdono, perdono... LA MI il male l'ho fatto più a me!
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autori: GIULIO RAPETTI MOGOL, PIETRO SOFFICI
Copyright: LYRICS © SUGARMUSIC S.P.A.
 

Perdono: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

Perdono è un brano interpretato da Caterina Caselli pubblicato come singolo in 45 giri nel 1966. Scritto da Mogol e Piero Soffici, viene presentato al Festivalbar'66 aggiudicandosi la vittoria. Simbolo dell'emancipazione femminile, l'artista di Sassuolo mette a segno un altro colpo vincente, interpretando una canzone che è diventata nel tempo un grandissimo successo e manifesto degli anni '60. Finalmente arriva nella musica leggera italiana il ritmo, la vivacità, la spontaneità e un tocco di irriverenza.

Articoli correlati

  • Nessuno Mi Può GiudicareNessuno Mi Può Giudicare MIb LAb La verità mi fa male, lo so... LAm7/5- DOm FA La verità mi fa male, lo sai! DOm SIb DOm Nessuno mi può […]
  • Perdere l’AmorePerdere l’Amore Intro: MIb SIb4 SIb MIb SIb/RE E adesso andate via voglio restare solo FAm SIb MIb Con la […]
  • Insieme a Te Non Ci Sto PiùInsieme a Te Non Ci Sto Più Intro: DO SOL6/SI FA/LA SOL7/6 DO SOL6/SI FA/LA Insieme a te non ci sto più SOL7/6 DO Guardo le nuvole lassù MIm […]
  • Sei nell’AnimaSei nell’Anima Intro: RE SOL6/RE RE SOL6/RE RE SOL6/RE RE Vado punto e a capo così SOL6/RE RE Spegnerò le luci e da qui sparirai […]
  • Centro di Gravità PermanenteCentro di Gravità Permanente Intro: REm DOm SOL MIb DOm SOL MIb SOL REm DOm Una vecchia bretone SOL MIb7+ DOm con un cappello e un […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).