Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Genova per Noi: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: FAm DO SOL7 DO DO Con quella faccia un po'così SOL7 Quell'espressione un po'così DO FA Che abbiamo noi prima d'andare a Genova FAm E ogni volta ci chiediamo DO Se quel posto dove andiamo SOL7 DO Non c'inghiotte, e non torniamo più Eppur parenti siamo in po' SOL7 Di quella gente che c'è lì DO FA Che come noi è forse un po' selvatica ma FAm DO La paura che ci fa quel mare scuro SOL7 E che si muove anche di notte DO Non sta fermo mai Genova per noi Che stiamo in fondo alla campagna E abbiamo il sole in piazza rare volte SOL7 E il resto è pioggia che ci bagna DO7 FA Genova, dicevo, e un'idea come un'altra DO SOL7 DO DO Ma quella faccia un po'così SOL7 Quell'espressione un po'così DO Che abbiamo noi FA Mentre guardiamo Genova FAm Ed ogni volta l'annusiamo DO E circospetti ci muoviamo SOL7 DO Un po' randagi ci sentiamo noi Macaia, scimmia di luce e di follia SOL7 DO Foschia, pesci, Africa, sonno, nausea, fantasia FA DO E intanto, nell'ombra dei loro armadi SOL7 DO Tengono lini, e vecchie lavande Lasciaci, tornare ai nostri temporali SOL7 DO Genova, ha i giorni tutti uguali LAm In un'immobile campagna MI/SOL# Con la pioggia che ci bagna LAm/SOL SI/FA# E i gamberoni rossi sono un sogno RE7 SOL SIbdim SOL7 E il sole è un lampo giallo al parabrise DO Ma quella faccia un po'così SOL7 Quell'espressione un po'così DO FA Che abbiamo noi che abbiamo visto Genova... FAm DO SOL7 DO DO SOL7 DO FA FAm DO SOL7 DO

Credits

Testo: CONTE PAOLO
Editore: © UNIVERSAL MUSIC PUBLISHING RICORDI S.R.L
 
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Genova per Noi: Video

Genova per Noi è un brano scritto e interpretato da Paolo Conte, contenuto nel LP eponimo pubblicato nel 1975, suo secondo lavoro in studio. Canzone scritta in origine per Bruno Lauzi, che la incise sempre nel 1975 pubblicandola come singolo in 45 giri. Il testo ci racconta di un provincialotto, molto probabilmente il cantautore astigiano in persona, che dall'entroterra piemontese viaggia verso il mare di Genova. La maestria risiede nel descrivere efficacemente lo stupore che prova il protagonista osservando la città ligure.

Articoli correlati

  • Sparring PartnerSparring Partner Intro: FAm DOm SIbm DOm FAm DOm SIbm DOm FAm DOm REb LAb REb DOm SIbm MIb LAb FAm È un macaco senza storia, […]
  • Come Mi Vuoi?Come Mi Vuoi? Intro: SIb LAm7/4 RE7 SOLm7 MIb SIb/RE Come mi vuoi FA7 SIb SIb7 cosa mi dai, LAm7 RE7 SOLm7 dove mi porti tu? […]
  • BoogieBoogie Intro: FAm REb7 FAm REb7 FAm REb7 FAm REb7 FAm Due note e il ritornello era già nella pelle di quei […]
  • Come diCome di Intro: DOm SOL7 LAb7 DOm SOLm SOL7 Guàrdali, dai treni in corsa si sbilanciano LAb in cannottiera ti sorridono SOLm […]
  • ParigiParigi Intro: SOLm SOLm/FA LA/MI LAb/MIb RE7/4 RE7 SOLm SOLm/FA LA/MI LAb/MIb RE7/4 RE7 SOL SOL/FA DO/MI RE6 LA/MI LAb/MIb RE7/4 […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).