Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Roma Forestiera: Accordi

Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra
Intro: SIm FA#7 SIm Eh, Nannarè, Nannarè, la bella, bella Eh Nannarè FA#7 Che belli tempi quanno pé lu rione SIm Sentivi ancora er sòno de 'n pianino SI7 MIm Accordi de chitara e mandolino FA#7 SIm E Nina s'affacciava dar barcone MIm SIm Era un motivo semprice MIm SIm Che riscallava l'anima DO#7 FA#7 De Roma nostra piena de bontà
SI Nannarè! Perché, perché te sei 'nnamorata FA#7 De 'sta musica ammerigana? Ma perché te sè scordata che sè romana SI E li stornelli nun canti più? For de porta en carrozzella A ballà la tarantella FA#7 Nannarella, nun venghi più Cò li fiori e la loggetta cò la spiga e la rughetta SI Nannarella nun ce sei più
MIm SIm C'era 'na vorta tutto quer che c'era FA#7 SIm Povera Roma nostra forestiera! SIm FA#7 A chi la famo ormai la serenata SIm Vecchia chitara amica dé stò core? SI7 MIm Er canto dé stò popolo tenore FA#7 SIm è 'narmonia de favola passata MIm SIm Oggi le "baby" canteno MIm SIm Tutte canzone a ritmo DO#7 FA#7 E Nina mò la chiameno "Nelly"
SI Nannarè Perché, perché te sei 'nnamorata FA#7 De 'sta musica ammerigana? Ma perché te sè scordata che sè romana SI E li stornelli nun canti più? For de porta en carrozzella A ballà la tarantella FA#7 Nannarella, nun venghi più Cò li fiori e la loggetta cò la spiga e la rughetta SI Nannarella nun ce sei più
MIm SIm C'era 'na vorta tutto quer che c'era FA#7 SIm Povera Roma nostra forestiera! Eh, Nannarè, Nannarè, la bella, bella Oh Nannarè FA#7 SIm FA#7 SIm Hey, hey, hey Nannarè...
Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra

Credits

Autori: GRANOZIO LUIGI, LIBIANCHI ARMANDO
Copyright: © MICHELI EDIZIONI MUSICALI
 

Roma Forestiera: Video

Roma Forestiera è un brano tratto dal repertorio popolare romanesco, reinterpretato da Gabriella Ferri per far parte dell'album L'amore è facile, non è difficile pubblicato nel 1972. Quinto lavoro in studio per la cantante romana di Testaccio, è dedicato alla tradizione napoletana e, in maniera più generale, a quella italiana. La canzone risale al 1947 e porta le firme di Armando Libianchi e Luigi Granozio; la tradizioni della Città eterna contro le nuove mode appena sbarcate dagli Stati Uniti.

Articoli correlati

 Gabriella Ferri: Vedi tutte le canzoni
Remedios
Remedios è un brano scritto e interpretato da Gabriella Ferri, contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 1974. Ottavo...
Tutti al Mare
Tutti al Mare è un brano interpretato e inciso da Gabriella Ferri, contenuto nell'album Sempre pubblicato nel 1973. Set...
Dove Sta Zazà?
Dove Sta Zazà? è un brano celebre interpretato da Gabriella Ferri, contenuto nel suo quarto album ...E se fumarono a Z...
Sinnò Me Moro
Sinnò Me Moro è un brano interpretato e inciso da Gabriella Ferri, contenuto nell'album eponimo pubblicato nel 1970. T...
Sempre
Sempre è un brano interpretato da Gabriella Ferri, contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 1973. Settimo lavoro in ...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
35 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).