Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Ora Che Ti Guardo Bene: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: FA DO FA E ti ricordi com’è che si fa La vita mescolata insieme DO E poi divisa di nuovo a metà Mentre corriamo in queste stanze Sta casa è così grande FA Ma che lavoro fa wow il tuo papà Ti piacerebbe andare sulla Luna Portiamo un sacco a pelo DO E rimaniamo là Mentre sul mondo piove forte Suoniamo un pianoforte Cantiamo insieme na, na, na FA Ora che ti guardo bene DO Sembri proprio come me FA E non so se è un male o un bene DO Ma sto meglio insieme a te FA E ti ricordi che sapore ha Quel bacio dato a vuoto sotto casa mentre ridevi ah ah DO Mentre la luce di un lampione Illuminava un fiore FA C’è un gatto col tuo nome miao, dove va Ti piacerebbe stare sotto al sole, sdraiati in un balcone DO E rimaniamo là Mentre la strada brucia male Non ti farò del male, ti giuro mai, mai FA Ora che ti guardo bene DO Sembri proprio come me FA E non so se è un male o un bene DO Ma sto meglio insieme a te FA Ora che ti guardo bene DO Sembri proprio come me FA E non so se è un male o un bene DO FA DO Ma sto meglio insieme a te Cantiamo insieme na, na, na (na na na) FA Cantiamo insieme na, na, na (na na na) Cantiamo insieme na, na, na (na na na) DO Cantiamo insieme na, na, na (na na na) FA Cantiamo insieme na, na, na (na na na) DO Mentre sul mondo piove forte Suoniamo un pianoforte Cantiamo insieme na, na, na
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: PARDINI FLAVIO BRUNO
Copyright: Lyrics © MACISTE DISCHI EDIZIONI DI SARUBBI A., NELIDA MUSIC SRL
 

Ora Che Ti Guardo Bene: Video

Ora Che Ti Guardo Bene è un brano scritto e interpretato da Flavio Bruno Pardini, meglio conosciuto come Gazzelle pubblicato come singolo nel 2020. Canzone che, nata durante la quarantena da Coronavirus, ha come obiettivo la raccolta fondi da devolvere all'Ospedale Spallanzani di Roma. Si presenta come una dolce ballata che ci fa riflettere sui nostri gesti semplici della quotidianità nei confronti della persona amata: una semplicità che sembra quasi banale ma di cui spesso poi sentiamo la mancanza.

Articoli correlati

  • NmrpmNmrpm Intro: LAm FA DO SOL LAm FAadd9 DO SOL LAm FA Non mi ricordi più il mare DO SOL Se penso a te ora vedo […]
  • Quella TeQuella Te DO# RE#m FA# Mi ricorderó dei giorni pallidi SI FA# Quando pioveranno lunedì DO# RE#m FA# E correrò come […]
  • Tutta la vitaTutta la vita FA DO SIb DO FA È quasi sera e mi fumo un'altra sigaretta LAm SIb DO E mi sento solo come una […]
  • Meglio CosìMeglio Così Intro: MIb LAb MIb LAb MIb LAb MIb LAb MIb LAb MIb Io non avevo soldi, tu non avevi sogni LAb […]
  • Coprimi le SpalleCoprimi le Spalle Intro: MI SI MI SOL#m7 MI SI Guardati intorno e lo vedi MI Sempre le stesse strade, gli stessi piedi […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).