Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Io E Te: Accordi

Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra
Intro: MIm7/9 LAm7 RE7 SOL7+ Io e te, io e te che ridevamo DO7+ LAm Io e te che sapevamo FA#7 SI7 Tutto il mondo era un bidone da far rotolare LAm7/9 RE7 SOL7+ Sì perché, la bellezza dei vent'anni DO7+ LAm7 è poter non dare retta FA#7 SI7 A chi pretende di spiegarti l'avvenire, e poi il lavoro e poi l'amore LAm7 RE7 SOL7+ Sì ma quì, che l'amore si fa in tre, DO7+ LAm6+ che lavoro non ce n'è SI7 MIm FA#m7/5- MIm/SOL L'avvenire è un buco nero in fondo al tram MI7/SOL# LAm7 RE7 SOL7+ Sì, ma allora, ma che gioventù che è, DO7+ LAm ma che primavera è MIm SI7/4 E la tristezza è lì a due passi, SI7 MIm7 e ti accarezza e ride, lei LAm7 RE7 SOL7+ DO7+ LAm FA#7 SI7 LAm7/9 RE7 SOL7+ Sì perché, la bellezza dei vent'anni DO7+ LAm è poter ridere in faccia FA#7 SI7 A chi pretende di spiegarti l'avvenire, e poi il lavoro e poi l'amore LAm7 RE7 SOL7+ Sì ma quì, che l'amore si fa in tre, DO7+ LAm6+ che lavoro non ce n'è SI7 MIm FA#m7/5- MIm/SOL L'avvenire è un buco nero in fondo al tram MI7/SOL# LAm7 RE7 SOL7+ Sì, ma allora, ma che gioventù che è, DO7+ LAm ma che primavera è MIm SI7 E la tristezza è lì a due passi, MIm7 e ti accarezza e ride, lei LAm7 RE7 SOL7+ DO7+ LAm FA#7 SI7
Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra

Credits

Autore: JANNACCI ENZO
Copyright: © IMPALA EDIZIONI S.R.L., UNIVERSAL MUSIC PUBLISHING RICORDI S.R.L
 

Io E Te: Video

Io E Te è un brano scritto e interpretato da Enzo Jannacci, contenuto nell'album Foto ricordo pubblicato nel 1979. Decimo lavoro in studio per il cantautore milanese, è il secondo caso della sua discografia in cui vengono inseriti alcuni sketches comici recitati come intermezzi tra le canzoni. Questa canzone è il secondo brano del disco ed è tra le meno conosciute del suo repertorio: è stata riproposta dal vivo nella tournée del 1989 e inserita nel suo disco live 30 anni senza andare fuori tempo.

Articoli correlati

 Enzo Jannacci: Vedi tutte le canzoni
El Portava i Scarp del Tennis
El Portava i Scarp del Tennis è un brano scritto e interpretato da Enzo Jannacci, contenuto nell'album La Milano di Enz...
Silvano
Silvano è un brano scritto e interpretato da Enzo Jannacci contenuto nell'album Ci vuole orecchio pubblicato nel 1980. ...
Ci Vuole Orecchio
Ci Vuole Orecchio è un noto brano di Enzo Jannacci nonchè quello che dà il titolo al suo undicesimo album, pubblicato...
Quelli Che…
Quelli Che... è un brano scritto e interpretato da Enzo Jannacci, contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 1975. Set...
Vengo Anch’io. No, Tu No
Vengo Anch'io è una canzone del 1968, scritta da Enzo Jannacci e pubblicata con l'omonimo album Vengo Anch'io, No Tu No...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
35 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).