Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Odio le Favole: Accordi

Intro: LAm REm SOL LAm LAm Ti ricordi quando eri bambino con i sogni legati al cuscino REm ti ricordi quando eri capace di sentirti con poco felice SOL e da un gesto del tutto banale LAm imparavi che volto avesse... l'amore Ti ricordi le notti a parlare e a incollare la luna nel cielo REm con un dito puoi farla sparire come una sposa dietro al suo velo SOL di sudore e di lacrime amare DO MI ci sembrava la cura di tutto... il sale FA Per stare bene penso a te MI7 Per stare male penso a te e me FA DO Il futuro era bellissimo per noi SOL LAm ti volevo bene forse anche di più FA DO fuoco che non brucia e non si spegne mai SOL FA7+ ti manco e non lo so, mi manchi e non lo sai REm SOL LAm Scorre un fiume, somiglia alla vita e la nostra sembrava in salita REm non è vero era solo paura di affrontare la parte più dura SOL ma per quanto difficile sia MI l'ordinario con te diventava magia FA DO Il futuro era bellissimo per noi SOL LAm ti volevo bene forse anche di più FA DO fuoco che non brucia e non si spegne mai SOL LAm ti manco e non lo so, mi manchi e non lo sai FA DO Io ti voglio ancora bene pure tu SOL LAm cuore che si stringe e non tradisce mai FA DO non ricordo come mai non ci sei più SOL LAm ti manco e non lo so, mi manchi e non lo sai FA DO Odio le favole e il gran finale perché SOL LAm quello che conta è qualcosa per cui una fine non c'è FA DO SOL non ci credere se ti dicono che passerà da sé LAm Mi manchi e non lo sai! FA DO Il futuro era bellissimo per noi SOL LAm Io ti voglio ancora bene e pure tu me ne vuoi FA DO sii felice e non dimenticarmi mai SOL FA7+ ti manco e non lo so, mi manchi e non lo sai REm SOL LAm Mi hai strappato l'amore di bocca ma ogni tanto una stronza ci tocca
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

Odio le Favole: Video

Odio le Favole è un brano scritto e interpretato da Ermal Meta contenuto nell'album Umano pubblicato nel 2016. Disco d'esordio per il cantautore albanese, riscuote un discreto successo, ma ancora in fase embrionale. La canzone, viene presentata al Festival di Sanremo'16 nella categoria "Nuove proposte", classificandosi terza. Una ballata pop dal ritmo deciso e incalzante, un arrangiamento elettronico e una melodia semplice e ritmica, in stile cantautorale.

Articoli correlati

  • Un’Altra Volta da RischiareUn’Altra Volta da Rischiare DOm7 Sono quello che non ti aspettavi LAb quella sera in cui la luna cadde nei tuoi occhi MIb quella volta in […]
  • NormaleNormale SOL#m Che male c’è FA#6 ad essere normale DO#7/FA avere una casa, dei figli, un lavoro MI6 ed una moglie da amare […]
  • Volevo DirtiVolevo Dirti Intro: REm LAm SOL REm LAm SOL REm Ci sono pochi padroni, LAm di schiavi milioni SOL i cervelli […]
  • Vietato MorireVietato Morire Intro: LAm FA7+ DO SOL LAm FA7+ DO SOL LAm Ricordo quegli occhi pieni di vita FA7+ E il tuo sorriso ferito dai pugni in faccia DO […]
  • Pezzi di ParadisoPezzi di Paradiso SOL Non è possibile capire da dove veniamo e sembra quasi un incantesimo il nome che abbiamo SIm Non è solo d'amore, non è solo di vita mi serve un pieno di […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).