Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

La Pianura dei Sette Fratelli: Accordi

LA RE LA RE SOL RE LA SIm Terra e Acqua e Vento non c'era tempo per la paura SOL RE LA SIm nati sotto la stella quella più bella della pianura SOL RE LA SIm Avevano una falce e mani grandi da contadini SOL RE LA SIm e prima di dormire un "padre nostro" come da bambini SOL RE LA SIm Sette figlioli sette di pane e miele a chi li do SOL RE LA RE Sette come le note una canzone gli canterò LA RE LA RE SOL RE LA SIm E Pioggia e Neve e Gelo e fola e fuoco insieme al vino SOL RE LA SIm e vanno via i pensieri insieme al fumo su per il camino SOL RE LA SIm Avevano un granaio e il passo a tempo di chi sa ballare SOL RE LA SIm di chi per la vita prende il suo amore e lo sa portare SOL RE LA SIm Sette fratelli sette di pane e miele a chi li do SOL RE LA RE Non li darò alla guerra all'uomo nero non li darò LA RE LA RE SOL RE LA Nuvola Lampo e Tuono non c'è perdono SIm SOL RE per quella notte che gli squadristi vennero LA SIm e via li portarono coi calci e le botte SOL RE LA SIm Avevano un saluto e degli abbracci quello più forte SOL RE LA SIm Avevano lo sguardo quello di chi va incontro alla sorte SOL RE LA SIm Sette figlioli sette sette fratelli a chi li do SOL RE LA SIm ci disse la Pianura questi miei figli mai li scorderò SOL RE LA SIm Sette uomini sette sette ferite e sette solchi SOL RE LA RE ci disse la pianura i figli di Alcide non sono mai morti LA RE LA RE SOL RE LA SIm In quella pianura da Valle Re ai Campi Rossi SOL RE LA noi ci passammo un giorno e in mezzo alla nebbia RE ci scoprimmo commossi
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

La Pianura dei Sette Fratelli: Video

La Pianura dei Sette Fratelli è un brano inciso dai Modena City Ramblers, contenuto nell'album Appunti partigiani pubblicato nel 2005. Ettimo lavoro in studio per la band modenese, è l'ideale continuazione dell'album Materiale resistente pubblicato dieci anni prima. Come si evince dai titoli il tema portante è la resistenza e la lotta partigiana. La canzone vede la partecipazione dei Gang, gruppo folk-rock italiano, ed è dedicata ai sette fratelli Cervi, fucilati dai fascisti nel 1943 a Reggio Emilia.

Articoli correlati

  • I Cento PassiI Cento Passi Intro: MIm DO SOL SI MIm SOL Nato nella terra dei vespri e degli aranci DO SI Tra Cinisi e Palermo parlava alla sua […]
  • Morte Di Un PoetaMorte Di Un Poeta RE Se dovessi cadere nel profondo dell’Inferno SOL SIm dentro un fiume nero come l’inchiostro RE rotolare perduto tra i sacchi di […]
  • Bella CiaoBella Ciao Intro: MIm SOL RE MIm SOL RE MIm MIm Una mattina mi son svegliato o bella ciao, bella ciao, bella ciao DO SOL una […]
  • EbanoEbano Intro: REm FA DO REm FA DO REm FA DO Sono nata dove la pioggia porta ancora il profumo dell'ebano REm […]
  • La StradaLa Strada Intro: MI FA#m7/4 LA MI FA#m7/4 LA MI Di tutti i poeti e i pazzi LA che abbiamo incontrato per strada MI ho tenuto una […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).