Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Mia Dolce Rivoluzionaria: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: SOL DO SOL RE SOL DO MIm SOL RE SOL SOL DO SOL Lei voleva la rivoluzione RE l'aspettava e diceva di no DO RE MIm alle mie riflessioni ed ai vari argomenti, DO RE SOL ai distinguo ed ai tanti però DO SOL Lei credeva in un puro ideale, RE nel riscatto di tutte le masse DO RE MIm al compromesso borghese e alla pace sociale DO RE SOL opponeva la lotta di classe DO SOL Alza il pugno, alza il pugno RE SOL mia dolce rivoluzionaria DO SOL Alza il pugno, alza il pugno MIm RE non rinnego la mia vecchia strada DO RE MIm L'utopia è rimasta la gente è cambiata, DO RE SOL DO SOL RE la risposta ora è più complicata! SOL DO MIm DO RE SOL SOL DO SOL Continuava a parlare d'azione RE di rivolta e di proletariato DO RE MIm come se in questi trent'anni di storia DO RE SOL il mondo non fosse cambiato DO Lei sognava la ribellione SOL RE contro l'impero del capitale DO RE MIm e scuoteva la testa quando le dicevo DO RE SOL che servono nuove parole, DO RE SOL che ora servono nuove parole! DO SOL Alza il pugno, alza il pugno RE SOL mia dolce rivoluzionaria DO SOL Alza il pugno, alza il pugno MIm RE non rinnego la mia vecchia strada DO RE MIm L'utopia è rimasta la gente è cambiata, DO RE SOL la risposta ora è più complicata! DO SOL RE SOL DO MIm DO RE SOL DO SOL RE SOL DO SOL RE DO SOL RE SOL Ho cercato di farle capire RE ma testarda non vuole ascoltare SOL "pensare globale agire locale" RE SOL non è uno slogan ma una sfida vitale SOL DO SOL Oggi Contessa ha cambiato sistema, RE si muove fra i conti cifrati DO RE MIm ha lobby potenti ed amici importanti DO RE SOL e la sua arma più forte è comprarti, DO RE SOL la sua arma più forte è comprarti! DO RE SOL la sua arma più forte è comprarti! DO SOL Alza il pugno, alza il pugno RE SOL mia dolce rivoluzionaria DO SOL Alza il pugno, alza il pugno MIm RE non rinnego la mia vecchia strada DO RE MIm L'utopia è rimasta la gente è cambiata, DO RE SOL la risposta ora è più complicata! DO RE MIm L'utopia è rimasta la gente è cambiata, DO RE SOL la risposta ora è più complicata! DO SOL RE SOL DO MIm DO RE SOL DO SOL RE SOL DO MIm DO RE SOL DO RE SOL
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autori: CAVAZZUTI ARCANGELO, DANIELLO FRANCO, GHIACCI MASSIMO, MONETI FRANCESCO, ZENO ROBERTO
Copyright: © WARNER CHAPPELL MUSIC ITALIANA S.R.L.
 

Mia Dolce Rivoluzionaria: Video

Mia Dolce Rivoluzionaria è un brano scritto e interpretato dai Modena City Ramblers, contenuto nell'album Dopo il lungo inverno pubblicato nel 2006. Ottavo lavoro in studio per la band modenese, è in realtà il primo dopo l'abbandono del cantante Cisco Bellotti. La canzone è una vivace ballata dallo stile che contraddistingue questo gruppo fin dall'inizio, cioè il voler mescolare la musica popolare italiana alla musica folk irlandese, il tutto condito da tematica di lotta politica.

Articoli correlati

 Modena City Ramblers: Vedi tutte le canzoni
Oltre il Ponte
Oltre il Ponte è un brano composto e inciso dai Modena City Ramblers, contenuto nell'album Appunti partigiani pubblicat...
Ebano
Ebano è un brano scritto e interpretato dai Modena City Ramplers contenuto nell'album Viva la vida, muera la muerte pub...
La Locomotiva
La Locomotiva è un brano celebre reinterpretato dai Modena City Ramblers, contenuto nell'album La grande famiglia pubbl...
La Strada
La Strada è un brano scritto e interpretato dai Modena City Ramblers contenuto nell'album La grande famiglia pubblicato...
Fischia il Vento
Fischia il Vento è un brano interpretato dai Modena City Ramblers contenuto nell'album Combat Folk pubblicato nel 1993....

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).