Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

La Terra, l’Emilia, la Luna: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: RE SIm SOL LA RE SIm Madonna che silenzio che c'è stasera SOL LA sotto un cielo d'argento tra la ferrovia e la nuova moschea RE SIm Da una macchina arriva della musica elettronica del Nord Africa, SOL LA io cerco un centro di gravità almeno momentanea RE SIm SOL La terra, l'Emilia, la Luna LA RE SIm SOL LA io e te in un temporale interminabile in Sudamerica RE SIm SOL LA RE SIm Sono come la Germania o come la Turchia o come la Grecia, SOL LA come una notte passata in strada o passata in webcam RE SIm Sono un insieme di violenze e di speranze, SOL LA sono un rumore di scontri e di feste, di scontri e di feste RE SIm SOL LA RE SIm Madonna che silenzio tra la luna e il nord Italia SOL LA tra una chiesa, un castello e una strada sterrata RE SIm Da una macchina arriva della musica elettronica dell'Est Europa, SOL LA io cerco un centro di gravità almeno momentanea RE SIm SOL LA La Terra, l'Emilia, la Luna io e te RE SIm SOL LA davanti al monumento dei cuori strappati appena fuori Cracovia RE Dammi solo quello che mi disorienta SIm SOL una cantilena per quelli che dormono in macchina LA e ci sia acqua per tutti quelli che come te vanno per deserti RE SIm per tutti quelli che sono morti come sono vissuti SOL felicemente felicemente felicemente LA RE e al di sopra dei loro mezzi SIm SOL felicemente felicemente felicemente LA RE SIm SOL LA e al di sopra dei loro mezzi... RE SIm SOL LA RE
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: BRONDI VASCO
Copyright: Lyrics © COSTELLAZIONI DI VASCO BRONDI, EMI MUSIC PUBLISHING ITALIA SRL, GIBILTERRA S.R.L.
 

La Terra, l’Emilia, la Luna: Video

La Terra, l'Emilia, la Luna è un brano composto e inciso da Vasco Brondi, noto come Le Luci della Centrale Elettrica, contenuto nell'album Costellazioni pubblicato nel 2014. Si tratta del terzo lavoro in studio per il cantautore di Verona, disco che secondo lui è fatto da "canzoni piene di futuro, di illusioni e di storie che finiscono bene, finiscono male o che non finiscono mai". Questa canzone è la traccia d'apertura del disco, una ballata in 6/8 perfetta per essere accompagnata con la chitarra.

Articoli correlati

  • Nel Profondo VenetoNel Profondo Veneto MI LA Tempi presenti, casini interni, casini esterni SI MI Tempi impossibili, tempi noiosi, tempi […]
  • A Forma di FulmineA Forma di Fulmine Intro: SOL LAm DO SOL SOL LAm Possiamo correre, possiamo andarcene O stare immobili e lasciare tutto splendere DO […]
  • Le Ragazze KamikazeLe Ragazze Kamikaze Intro: FA7+ FA E se gli alberghi appena costruiti coprono i tramonti Tu non preoccuparti tu non preoccuparti […]
  • Una Guerra FreddaUna Guerra Fredda Intro: SOLm FA SOLm FA SOLm E gli strascichi delle nostre ombre lunghe FA Come tutta Via XX Settembre Avevi ancora le tue […]
  • Stelle MarineStelle Marine Intro: SIm SOLadd9 FA#m7/4 MIm SIm In questa notte di disordine SIm/RE SOLadd9 Sentinelle è andata via la luce FA#m7/4 Tutti […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).