Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Nanneddu: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
LA Nanneddu meu Su mundu est gai, A sicut erat Non torrat mai Semus in tempos De tirannias, Infamidades E carestias Como sos populos Cascant che cane, Gridende forte: "Cherimus pane! " LA MI/LA LA MI/LA LA MI/LA LA MI/LA LA Famidos, nois Semus pappande Pan'e castanza, Terra cun lande Terra ch'a fangu Torrat su poveru Senz'alimentu, Senza ricoveru Semus sididos In sas funtanas, Pretende s'abba Parimus ranas Peus su famene Chi, forte, sonat Sa janna a tottus E non perdonat
SI Nanneddu meu Su mundu est gai, A sicut erat Non torrat mai Cuddas banderas Numeru trinta, De binu'onu, Mudad'hant tinta Appenas mortas Cussas banderas Non piùs s'osservant Imbreagheras Sos tristos corvos A chie los lassas? Pienos de tirrias E malas trassas E gai chi tottus Faghimus gherra, Pro pagas dies De vida in terra SI Nanneddu meu FA#/SI SI Su mundu est gai, A sicut erat FA#/SI SI Non torrat mai Semus in tempos De tirannias, Infamidades FA#/SI SI E carestias
RE RE Adiosu, Nanni, Tenedi contu, Faghe su surdu, Ettad'a tontu A tantu, l'ides, Su mund'est gai, A sicut erat Non torrat mai RE SOLm/RE RE SIm/RE RE7 SOL LA RE FA# SOL FA# RE SOLm/RE RE RE SIm/RE RE7 SOL LA RE FA# SOL FA# RE FA# SOL LA SIb FA# SOL LA SIb RE
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: MEREU GIUSEPPE
 

Nanneddu: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

Nanneddu è un brano inciso dai Tazenda, contenuto nell'album Murales pubblicato nel 1991. Secondo lavoro in studio per la band sarda, riscuote grande successo a livello nazionale aggiudicandosi due dischi di platino e oltre 200,000 copie vendute. La canzone è l'ultimo brano del disco ed è scritta da Gino Marielli con il testo di Peppino Mereu. Poesia dedicata all'amico Nanni Sulis, ripresa nell'era moderna dal gruppo in versione di canzone pop/rock. Un brano molto intenso ed emozionante.

Articoli correlati

  • Anima nel VentoAnima nel Vento SIm Sunt pro a tie Sos sentidos meos SIm7/9 Luche a tie MIm7/9 FA#m7 Ca iscurtes custu […]
  • Amore NouAmore Nou Intro: DO7+ FA DO7+ FA DO FA Ho creduto spesso in certe favole SOL FA DO Per poi affondare […]
  • Domo MiaDomo Mia Intro: SIm FA#m7 SOL RE SIm FA#m7 Co…mmo deo SOL RE So innoe SIm FA#m7 Oe eo SOL RE Soe chene-ene […]
  • CarrasecareCarrasecare RE LA Deus ses in s aera? RE Deus fattu a bisera LA Cras a mandzanu bos lasso […]
  • Madre TerraMadre Terra Intro: REm SIb SOLm DO LAm SIb Buongiorno a te FA REm Alma Mater LAm SIb FA SIb Ischidat'istella mia de sos […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).