Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Quanto Sei Bella Roma: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
RE Quanto sei bella Roma LA7 quanto sei bella Roma a prima sera er Tevere te serve RE er Tevere te serve da cintura LA7 San Pietro e er Campidojo da lettiera quanto sei bella Roma RE quanto sei bella Roma a prima sera LA7 RE gira se la voi gira' LA7 RE canta se la voi canta' RE Trastevere da quanno LA7 Trastevere da quanno t'ho lasciato c'avevo in petto er core RE c'avevo in petto er core e l'ho perduto LA7 dimmelo bello si l'hai ritrovato Trastevere da quanno RE Trastevere da quanno t'ho lasciato LA7 RE gira se la voi gira' LA7 RE canta se la voi canta' RE De qua e de la dar fiume LA7 de qua e de la dar fiume c'e' 'na stella e tu non poi guardalla RE e tu non poi guardalla tanto brilla LA7 e questa è Roma mia Roma mia bella de qua e de la dar fiume de qua e de la dar fiume RE c'e' 'na stella LA7 RE gira se la voi gira' LA7 RE canta se la voi canta' RE Bella casetta mia LA7 bella casetta mia trasteverina te gira intorno er fiume RE te gira intorno er fiume e te incorona LA7 e tutta 'n'arberata te se inchina bella casetta mia RE bella casetta mia trasteverina LA7 RE gira se la voi gira' LA7 RE canta se la voi canta' RE Roma che la piu' bella LA7 Roma che la piu' bella sei der monno io penso sto' stornello RE io penso sto' stornello e te lo manno LA7 tu me parli d'amore io t'arrisponno Roma che la piu' bella RE Roma che la piu' bella sei der monno LA7 RE gira se la voi gira' LA7 RE canta se la voi canta'
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

Quanto Sei Bella Roma: Video

Quanto Sei Bella Roma è un canto popolare della tradizione romana. Scritto nel 1934 da Cesare Andrea Bixio per la musica e da Enzo Bonagura e Ferrante Alvaro De Torres per il testo, ricalca in pieno il gusto del ventennio fascista, dove si esaltava la "romanità" creando un vero e proprio genere della canzone romana. Il primo interprete del brano fu Carlo Buti nel 1934, seguirono poi altri illustri interpreti come Anna Magnani, Gabriella Ferri, Lando Fiorini e naturalmente Claudio Villa.

Per festeggiare la nostra partnership con Amazon Music, tutti gli utenti di Accordi & Spartiti hanno diritto a 30 giorni gratis di AMAZON MUSIC UNLIMITED. Per chi non la conoscesse, Amazon Music Unlimited è l'App di musica che usiamo su questo sito, la migliore per catalogo e fedeltà sonora tra tutte le opzioni per ascoltare musica in streaming. Vai su Amazon.it

Articoli correlati

Stornelli Romani: Vedi tutte le canzoni
Na Gita ai Castelli
'Na Gita ai Castelli è un canto popolare in dialetto romanesco, della tradizione romana appunto. Canto noto come Nanì ...
Cento Campane
Cento Campane è un canto popolare della tradizione romana. Scritto nel 1952 da Fiorenzo Fiorentini per la musica e da R...
Lella
Lella è un brano in dialetto romanesco, per questo diventato nel tempo ufficialmente parte del repertorio degli stornel...
Roma Nun Fa’ la Stupida Stasera
Roma Nun Fa' la Stupida Stasera è un famosissimo brano che è entrato nella tradizione popolare romana. Canzone che fa ...
La Società dei Magnaccioni
La Società dei Magnaccioni è un celeberrimo canto popolare della tradizione romana. Non abbiamo notizia su chi abbia s...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).