Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Roma Nun Fa’ la Stupida Stasera: Accordi

MIb MIb5+ MIb Roma nun fà la stupida stasera SOLm7 FA#dim FAm7 DO9 damme 'na mano a faje di de si FAm7 SIb Sceji tutte le stelle FAm7 SIb più brillarelle che poi FAm7 SIb7 MIb SIb7/9- e un friccico de luna tutta pe' noi MIb MIb5+ MIb Faje sentì ch'è quasi primavera, MIb9 MIb7 LAb SOLm7 DO7 manna li mejo grilli pe' fa cri cri FAm REm7/5- Prestame er ponentino SOL7 DO7 più malandrino che c'hai, FA9 FA7/5+ SIb7 MIb SIb7/4 REm7/5- SOL7/6 Roma reggece er moccolo stasera
DO DO5+ DO6 Roma nun fa la stupida stasera MIm7 RE#dim REm7 LA7 damme 'na mano a faje di de no REm7 SOL7 Sceji tutte le stelle REm7 SOL7 più brillarelle che c'hai REm7 SOL7 DO SOL7/9- nasconneme la Luna sennò so' guai DO DO5+ DO6 Famme scorda’ ch’è quasi primavera DO9 DO7 FA MIm7 LA7 tiemme ‘na mano ‘n testa pe’ di’ de no REm7 SIm7/5- MI7 LAm smorza quer venticello stuzzicarello che c’hai RE7 RE7/5+ SOL7 DO DO11 Roma, nun fa la stupida stasera
FA DO7/9- FA REm7 SOLm7 DO7 FA FA5+ FA6 Roma nun fà la stupida stasera LAm7 SOL#dim SOLm7 RE7 damme 'na mano a faje di de sì SOLm7 DO7 Sceji tutte le stelle SOLm7 DO7 più brillarelle che poi SOLm7 DO7 FA DO7/9- e un friccico de luna tutta pe' noi FA FA5+ FA6 Faje sentì ch'è quasi primavera, FA9 FA7 SIb RE7 manna li mejo grilli pe' fa cri cri SOLm7 MIm7/5- Prestame er ponentino LA7 REm più malandrino che c'hai, SOL9 SOL7/5+ DO7 FA Roma reggece er moccolo così
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

Roma Nun Fa’ la Stupida Stasera: Video

Roma Nun Fa' la Stupida Stasera è famosissimo brano che è entrato nella tradizione popolare romana. Canzone che fa parte di "Rugantino", celebre commedia musicale opera di Pietro Garinei e Sandro Giovannini del 1962. La musica è composta da Armando Trovajoli ed è il brano più famoso di tutta l'opera. Il testo racconta di quando Rugantino chiede alla sua bella Roma, di fargli da cornice romantica per il suo incontro amoroso con Rosetta.

Articoli correlati

  • Cento CampaneCento Campane REm LA7 Nun me lo di' stanotte SOLm LA7 REm a chi hai stregato er core FA/DO SIm7/5- LA7 la verità fa male SOLm LA7 […]
  • Fiori TrasteveriniFiori Trasteverini DO De li giardini semo li mughetti REm Semo romani e 'n più trasteverini SOL7 No pe' vantasse semo […]
  • La Società dei MagnaccioniLa Società dei Magnaccioni DO Fatece largo che passamo noi SOL7 sti giovanotti de' sta Roma bella semo ragazzi fatti cor pennello RE7 SOL […]
  • LellaLella Intro: LA SI LA SI LA SI/LA Te la ricordi Lella quella ricca LA DO# la moje de Proietti er cravattaro […]
  • ‘Na Gita ai Castelli‘Na Gita ai Castelli REm REm6 Guarda che sole REm6+ REm6 ch'è sortito Nannì REm che profumo de rose LA7 REm de garofani e pansè […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).